Linda Creed

Linda Creed

nata il 6.12.1949 a Philadelphia, PA, Stati Uniti d'America

morto il 10.4.1986 a Ambler, PA, Stati Uniti d'America

Linda Creed

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Linda Diane Creed (Filadelfia, 6 dicembre 1949  Ambler, 10 aprile 1986) è stata una paroliera e produttrice discografica statunitense, autrice di oltre 125[1] brani soul-R&B degli anni settanta-ottanta, molti dei quali scritti in collaborazione con il compositore Thom Bell[2][3][4].

Esponente del genere noto come "Philadelphia soul"[3][4], collaborò inoltre, tra gli altri, con Michael Masser e scrisse canzoni per numerosi cantanti, quali: George Benson, Roberta Flack, Johnny Gill, Whitney Houston, The Imperials, Michael Jackson, Stacy Lattisaw, Little Anthony, Johnny Mathis, Teddy Pendergrass, The Spinners, Dusty Springfield, The Stylistics, Dionne Warwick, ecc.[1][2]
Tra i brani più famosi da lei scritti, figurano: Greatest Love of All (brano scritto con Michael Masser ed interpretato da George Benson e in seguito da Whitney Houston), In Your Arms (brano scritto con Michael Masser ed interpretato da Diana Ross nel 1982; brano poi riadattato con il titolo di Hold Me nell'interprezione di Whitney Houston e Teddy Pendergrass[5]), The Rubberband Man (interpretato dagli Spinners), , You Make Me Feel Brand New (interpretato dagli Stylistics), ecc.[1][2][3] Scrisse inoltre, tra l'altro, la sigla del telefilm Simon & Simon.[2]

Il suo nome è inserito nella Songwriters Hall of Fame, onorificenza ricevuta postuma nel 1992.[3][4][4]

Biografia

Linda Creed era nata a Filadelfia, nel sobborgo di Mount Airy, il 6 dicembre 1949.[1][6][7]

Nella propria città natale, frequenta la "Germantown High School".[2] Durante quegli anni, è cantante in una band, chiamata "Raw Soul".[2]

Negli anni sessanta, lascia la Pennsylvania per trasferirsi a New York, dove ottiene un lavoro come segretaria in una ditta di produzioni musicali, la "Mills Company".[2]
Lì comincia a comporre delle canzoni, che non ottengono il successo sperato, tanto che la Creed decide di far ritorno nella città natale.[2] Il tragitto sarà fonte d'ispirazione per il brano I'm Coming Home, scritto successivamente in collaborazione con il concittadino Thom Bell[2]

Inizia a farsi conoscere nel 1971, quando un brano da lei scritto, Free Girl, viene inciso da Dusty Springfield.[3][4]

Nel frattempo, inizia anche la fruttuosa collaborazione con il compositore e suo concittadino Thom Bell.[2][3][4]
Uno dei brani scritti con Bell, Stop, Look, Listen (To Your Heart), è subito un successo.
Seguiranno You Are Everything, Betcha by Golly, Wow e I'm Stone in Love With You e vari brani scritti per gli Spinners, come Ghetto Child, I'm Coming Home,e Living a Little, Laughing a Little.[3][4]

Nel 1976, si trasferisce con il marito Stephen Epstein (sposato quattro anni prima[2]) e la figlioletta Roni in California, dove collabora ad un progetto musicale con Lonnie Jordan.[2]
Nello stesso anno, a soli 26 anni, le viene diagnosticato un cancro al seno[2] ed è costretta a sottoporsi a mastectomia[2].

Dopo l'operazione, la Creed, nonostante la malattia, si rituffa nel lavoro, non trascurando nemmeno la propria famiglia, a discapito, però, della propria salute.[2][6]

Nel 1977, compone insieme a Michael Masser uno dei suoi brani più famosi Greatest Love of All, cantato da George Benson per la colonna sonora del film Io sono il più grande .[3][4]

Nel 1980, dopo aver partorito la seconda figlia, Dana, Linda Creed fa ritorno con la sua famiglia a Filadelfia.[2]

Nel 1984, compone - sempre insieme a Michael Masser il brano Hold Me , che viene interpretato in duetto da Teddy Pendergrass (concittadino ed amico della Creed[6]) e da Whitney Houston e che rappresenta il singolo di debutto per la cantante[8].

Il 10 aprile 1986, a soli 36 anni, Linda Creed perde la sua battaglia contro la malattia, lasciando il marito Stephen Lee Epstein e due figlie[2] e non facendo in tempo, per poche settimane, a godersi il successo del suo brano Greatest Love of All nella versione di Whitney Houston, che avrebbe raggiunto il primo posto delle classifiche.[2][3]

L'anno seguente, i suoi familiari istituiscono in suo onore la "Linda Creed Cancer Foundation".[2][3][4][6]

Composizioni (Lista parziale)

  • Because of You
  • Betcha by Golly, Wow
  • Children of the Night
  • Don't Take Away My Pride
  • Free Girl
  • Ghetto Child
  • Greatest Love of All (1977, cantata da George Benson e in seguito da Whitney Houston)
  • I'm Coming Home
  • I'm Stone in Love with You
  • In Your Arms (interpretato da Diana Ross nel 1982; brano poi riadattato con il titolo di Hold Me nell'interpretazione di Whitney Houston e Teddy Pendergrass del 1984)
  • Let's Find Those Two People Again
  • Living a Little, Loughing a Little
  • Love Is Feeling
  • Lucky Ones
  • Mesmerized
  • Midnight Hour
  • Pieces
  • Rock'n Roll Baby
  • The Rubberband Man (cantata dagli Spinners)
  • Stop, Look, Listen (To Your Heart)
  • Ultimate Lover
  • You And Me
  • You Are My Everything
  • You Make Me Feel Brand New (1974, cantata dagli Stylistics e di cui è stata fatta una cover dai Simply Red)
  • You're as Right as Rain

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 Find A Grave Memorial: Linda Cred Memorial
  2. 2,00 2,01 2,02 2,03 2,04 2,05 2,06 2,07 2,08 2,09 2,10 2,11 2,12 2,13 2,14 2,15 2,16 2,17 2,18 Songwriters Hall of Fame: Linda Creed
  3. 3,0 3,1 3,2 3,3 3,4 3,5 3,6 3,7 3,8 3,9 All Music Guide: Linda Creed - Biography
  4. 4,0 4,1 4,2 4,3 4,4 4,5 4,6 4,7 4,8 Soul Walking: Linda Creed
  5. Hold Me - Whitney Houston & Teddy Pendergrass su Second Hand Songs
  6. 6,0 6,1 6,2 6,3 Linda Creed Cancer Foundation: Linda Creed Biography
  7. Internet Movie Database: Linda Creed
  8. All Music Guide: Whitney Houston - Biography

Voci correlate

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 14.03.2014 18:44:30

Questo articolo si basa sull'articolo Linda Creed dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.