Michel Polnareff

Michel Polnareff

nato il 3.7.1944 a Nérac, Aquitaine, Francia

Links www.polnaweb.com (Francese)

Michel Polnareff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Michel Polnareff

Michel Polnareff in una delle sue performance
Nazionalità  Francia
Genere Pop
Rock
Folk
Funk
Jazz
Periodo di attività
1966in attività
Strumento Voce
Pianoforte
Tastiera
Chitarra
Basso
Strumenti a percussione
Etichetta Polydor
Atlantic Records
RCA
Disc'AZ
Enuf Records
Universal
Epic Records
Disques Vogue
Sony Music
...
Sito ufficiale
Si invita a seguire lo schema del Progetto Musica

Michel Polnareff (Nérac, 3 luglio 1944) è un cantautore e produttore discografico francese di origine russo-ebraica[1][2], dedito ai generi pop-rock e all'apice della carriera tra la metà degli anni sessanta all'inizio degli anni ottanta[3].

Figlio d'arte[2], soprannominato "L'Amiral"[4] ("L'Ammiraglio") e conosciuto per il suo carattere "eccentrico"[3], ha pubblicato sinora una trentina di album (raccolte comprese), il primo dei quali è Love Me Please Love Me del 1967.[5][6][7]
Tra le sue canzoni più note, figurano La poupée qui fait non del 1966 (adattata in italiano da I Quelli e dai Rokketti come "Una bambolina che fa no no no"[2] e di cui è stata fatta una cover da Mylène Farmer nel 1997), Love Me Please Love Me (1966), Le Bal des Laze (1968), ecc.[3][8][9]

Biografia

Discografia parziale

Album

  • Love Me Please Love Me (1967)
  • Le Bal des Laze (1968)
  • Polnareff's (1971)
  • Michel Polnareff (1974)
  • Fame à la mode (1975)
  • Lipstick (1976; colonna sonora)
  • Coucou me Revoilou (1978)
  • Bulles (1981)
  • Incognito (1985)
  • Kâma Sûtra (1990)
  • Live at the Roxy (1996)
  • Nos mots d'amour (1999)
  • Le meilleur de M. Polnareff (2003)
  • Ze (Re) Tour 2007 (2007)

Brani musicali

  • "La poupée qui fait non" (1966)
  • "Love Me Please Love Me" (1966)
  • "L'Amour avec toi" (1966)
  • "Sous quelle étoile je suis né" (1966)
  • "Âme Caline (1967)
  • "Le Roi des Fourmis" (1967)
  • "Mes Regrets" (1967)
  • "Ta Ta Ta Ta" (1967)
  • "Le Bal des Laze" (1968)
  • "Y'a qu'un ch'veu" (1968)
  • "Jour après jour" (1968)
  • "Pourquoi faut-il se dire adieu (1968)
  • "Ring-a-Ding" (1968)
  • "J'ai du chagrin Marie" (1968)
  • "Tous les bateaux tous les oiseaux" (1969)
  • "Tout tout pour ma chérie" (1969)
  • "Je suis un homme, Gloria" (1970)
  • "Qui a tué grand-maman?" (1971)
  • "Holidays, On ira tous au Paradis" (1972)
  • "I love you because" (1973)
  • "Fame à la mode" (1975)
  • "Lettre à France" (1977)
  • "Une simple mélodie" (1979)
  • "Radio, Tam-Tam" (1981)
  • "La belle veut sa revanche" (1985)
  • "Viens te faire chahuter" (1985)
  • "Dans la rue" (1985)
  • "Goodbye Marylou" (1989)
  • "Toi et Moi (1990)
  • "LNA HO" (1990)
  • "Kâma-Sûtra" (1990)
  • "Je rêve d'un monde" (1999)

Curiosità

  • Nel Manga One Piece ( Eiichiro Oda) il personaggio di Donquijote Doflamingo si basa fisicamente su di lui.
  • Nel manga Le Bizzarre Avventure di Jojo - Stardust Crusaders ( Hirohiko Araki) il personaggio di Jean Pierre Polnareff deve a lui il suo nome.
  • Gli è stato dedicato l'asteroide 99824 Polnareff dall'astronomo svizzero Michel Ory.

Note

  1. Russie.net: Michel Polnareff
  2. 2,0 2,1 2,2 Hit Parade Italia: Una bambolina che fa no no no
  3. 3,0 3,1 3,2 All Music.com: Michel Polnareff - Biography
  4. http://pestouille.free.fr/Polnareff/amiral.html
  5. All Music.com: Michel Polnareff - Discography > Main Albums
  6. Discogs: Michel Polnareff Discography
  7. All Music.com: Michel Polnareff - Discography > Compilations
  8. RFI Musique: Michel Polnareff Biographie
  9. All Music.com: Michel Polnareff - Songs

Altri progetti

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 08.02.2014 21:10:22

Questo articolo si basa sull'articolo Michel Polnareff dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.