Franck Pourcel

Franck Pourcel

nato il 14.8.1913 a Marseille, Provence-Alpes-Côte d'Azur, Francia

morto il 12.11.2000 a Neuilly-sur-Seine, Hauts-de-Seine, Francia

Alias J.W. Stole

Franck Pourcel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Franck Pourcel

Franck Pourcel (1913-2000)
Nazionalità  Francia
Genere Easy listening
Jazz
Pop
Chanson
Periodo di attività
1952anni novanta
Strumento violino
Etichetta La Voix de son Maître
Pathé-Marconi
EMI
Sito ufficiale
Si invita a seguire lo schema del Progetto Musica

Franck Marius Louis Pourcel (Marsiglia, 14 agosto 1913  Neuilly-sur-Seine, 12 novembre 2000) è stato un direttore d'orchestra, violinista, compositore e e arrangiatore francese, bandleader della Franck Pourcel and His Rockin' Strings[1] e che fu in attività tra gli anni cinquanta e gli anni novanta[1].

Comunemente considerato come il precursore dell'easy listening[2], all'inizio degli anni settanta vendette 15 milioni di dischi in tutto il mondo.[1]

Tra i maggiori successi incisi con la sua orchestra, figura la versione strumentale del brano dei Platters Only You.[1]
Con la sua orchestra incise inoltre altri brani celebri quali Bahia, Blue Tango, Can Can, Emmanuelle, Feelings, My Way, Soleado, ecc.[3][4]

Tra i brani da lui composti, figurano invece Chariot (conosciuta anche nella versione inglese I Will Follow Him), Concorde, Quand il pleut à Saint-Tropez , ecc.[5]

Condusse anche per cinque edizioni (1958, 1959, 1960, 1962, 1969) l'Eurovision Song Contest per la televisione francese.[6]

Biografia

Composizioni (Lista parziale)[5]

  • Chariot (interpretata da Petula Clark e con il titolo I Will Follow Him da Little Peggy March e da André Rieu))
  • Comment l'oublier (interpretata da Noëlle Cordier)
  • Cumbia del papagayo
  • Feel My Riddim
  • Quand il pleut à Saint-Tropez (interpretata da Fernandel)
  • Quand on est ensemble (interpretata da France Gall)
  • Rod Marton Parade
  • Schuss!!
  • Venezuela suya

Discografia parziale[7][8][9]

Album

  • Pages celèbres N° 1 (1956)
  • Pages celèbres N° 2 (1958)
  • Franck... joue pour les amoreux (1964)
  • The Sound of Magic (1967)
  • De Vienne à Moscou (1968; con la London Symphony Orchestra)
  • Un'orchestra nella sera N. 15 (1970)
  • Love Story (1971)
  • Imagination (1973)
  • James Bond's Greatest Hits (1973)
  • Made in France (1974)
  • Valses Viennoises (1974)
  • In a Nostalgia Mood (1983)
  • Mes plus grands succès (2000)
  • L'essential (2000)
  • Antologías, vol. 1 (2003)
  • Serie de oro: grandes éxitos (2003)

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 Allmusic: Franck Pourcel - Biography
  2. Franck Pourcel - Sito ufficiale > Biography
  3. Allmusic: Franck Pourcel - Songs
  4. http://www.hitparade.ch/showinterpret.asp?interpret=Franck+Pourcel
  5. 5,0 5,1 http://www.hitparade.ch/showperson.asp?name=Franck%20Pourcel
  6. IMDb: Franck Pourcel
  7. Franck Pourcel - Sito ufficiale - Discography
  8. Discogs: Franck Pourcel
  9. Encyclopédiscque: Franck Pourcel

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 08.02.2014 19:39:39

Questo articolo si basa sull'articolo Franck Pourcel dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.