Banca dati musicale

Musicista

Nigel Olsson

Nigel Olsson

nato il 10.2.1949 a Wallasey, Merseyside, Gran Bretagna

Links www.drummerworld.com (Inglese)

Nigel Olsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Nigel "Ollie" Olsson (Wallasey, 10 febbraio 1949) è un batterista e cantante britannico.

È noto per essere un fondamentale membro della Elton John Band, il batterista ideale nell'immaginario collettivo dei fan di Elton[1]. Ha infatti contribuito notevolmente al sound di alcuni album della rockstar, in particolare i primi[1].

Biografia

Iniziò la carriera in ambito musicale come cantante dei Fireflies[1] (band non professionista): in seguito ne divenne il batterista. La svolta avvenne nel 1965/66 con i Fallout, insieme a Mick Grabham: il nome del gruppo sarà poi cambiato in Jazzboard. Esso permetterà a Nigel di accumulare esperienza, aprendo i concerti di artisti quali, per esempio, gli Who e Jerry Lee Lewis[1]. Nel 1967, gli Jazzboard diventeranno gli James South Syndicate, in seguito si decise di assemblare un gruppo vero e proprio (i Plastic Penny), formato da Olsson (alla batteria), Brian Keith (voce), Mick Grabham (alla chitarra), Tony Murray (al basso) e Paul Raymond (all'organo)[1]. Il singolo Everything I Am, con Nigel cantante (6° nelle classifiche inglesi[1]), ebbe un buon successo. Dopo lo scioglimento della formazione, Nigel collaborò per la prima volta con Elton John nell'album Empty Sky (in Lady What's Tomorrow?); inoltre tenterà, senza successo, di entrare a far parte dei Supertramp e, dopo essersi temporaneamente unito allo Spencer Davis Group e agli Uriah Heep, entrerà a far parte stabilmente della Elton John Band a partire dal trionfale tour americano del 1970/71. Per i successivi quattro anni suonerà in tutti gli album della superstar (celebri le sue partecipazioni agli album Honky Château, Don't Shoot Me I'm Only the Piano Player, Goodbye Yellow Brick Road e Captain Fantastic and the Brown Dirt Cowboy, e le sue storiche performance contenute nell'album live 17-11-70). Nel 1975 sia Nigel che Dee Murray furono allontanati dalla band[1], della quale torneranno a far parte nel 1979. Nel frattempo Nigel, avendo passato una notte in stato di ubriachezza, investe un passante con l'auto, uccidendolo, e per questo verrà rinchiuso in carcere. Scontata la pena, il batterista contribuì fino al 1984 al sound di album come Too Low for Zero e Breaking Hearts. Nel 1988 Olsson partecipò ai cori di Reg Strikes Back (1988), mentre nel 1991 formò, con altri musicisti legati ad Elton, i War Pipes. Dopo altre partecipazioni e un duraturo periodo di oblio, è rientrato nell'entourage di John con alcuni cori in The One, The Road to Eldorado Soundtrack, mentre a partire dal 2001 è tornato anche ad incidere con il pianista britannico (Songs from the West Coast, 2001). Attualmente è di nuovo il batterista della Elton John Band e vive a Los Angeles.

Discografia (solista)

  • 1971 - Nigel Olsson's Drum Orchestra And Chorus
  • 1975 - Nigel Olsson
  • 1978 - Nigel Olsson
  • 1979 - Nigel
  • 1980 - Changing Tides
  • 2001 - Move The Universe

Con i Plastic Penny

  • 1968 - Two Sides of a Penny
  • 1969 - Currency

Con Elton John

  • 1969 - Empty Sky
  • 1971 - 17-11-70
  • 1971 - Friends
  • 1971 - Madman Across the Water
  • 1972 - Honky Château
  • 1973 - Don't Shoot Me I'm Only the Piano Player
  • 1973 - Goodbye Yellow Brick Road
  • 1974 - Caribou
  • 1974 - Elton John's Greatest Hits
  • 1975 - Captain Fantastic and the Brown Dirt Cowboy
  • 1976 - Here and There
  • 1980 - 21 at 33
  • 1981 - The Fox
  • 1983 - Too Low for Zero
  • 1984 - Breaking Hearts
  • 1988 - Reg Strikes Back
  • 2000 - The Road to Eldorado Soundtrack
  • 2001 - Songs from the West Coast
  • 2002 - Greatest Hits 1970 - 2002
  • 2004 - Peachtree Road
  • 2006 - The Captain and the Kid

Con gli Uriah Heep

  • 1970 - Very 'eavy...Very 'umble

Note

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF (EN35834159 · ISNI (EN0000 0000 8114 8517 · LCCN (ENn83174972 · GND (DE134476972 · BNF (FRcb1421-2564c (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 25.07.2018 19:57:42

Questo articolo si basa sull'articolo Nigel Olsson dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.