Antonio Prieto

Antonio Prieto

nato il 26.5.1927 a Iquique, Región de Tarapacá, Cile

morto il 14.7.2011 a Santiago de Chile, Región Metropolitana de Santiago, Cile

Links www.imdb.com (Inglese)

Antonio Prieto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Antonio Prieto sull'album Antonio Prieto canta Tangos

Juan Antonio Espinoza Prieto (Iquique, 26 maggio 1927  Santiago del Cile, 14 luglio 2011) è stato un attore e cantante cileno, molto popolare nei paesi latino-americani grazie alle sue apparizioni cinematografiche e televisive.

Biografia

Incoraggiato dal fratello Joaquín Prieto, compositore, ha affiancato alla carriera cinematografica quella di cantante, che gli ha assicurato una grande popolarità in Argentina e in Cile. In Italia il suo nome ha cominciato a circolare dopo il successo discografico de La novia, un brano che è entrato nelle classifiche di vendita di molti paesi di lingua spagnola e successivamente anche in quelle italiane. Il pezzo è stato poi riproposto in versione italiana da Tony Dallara e da Domenico Modugno, mantenendo però il titolo originale.

Sulla scia di tale successo, Prieto ha poi partecipato al Festival di Sanremo 1964 con Ieri ho incontrato mia madre, in abbinamento con Gino Paoli.

Filmografia parziale

  • De profesión sospechosos (1966)
  • La pérgola de las flores (1965)
  • La industria del matrimonio (1964 - episodio Romántico)
  • Buenas noches, Buenos Aires (1964)
  • Cuando calienta el sol (1963)
  • La novia (1961)
  • Socios para la aventura (1958)

Per un pugno di dollari (1964)

Discografia parziale

Album

  • Acapulqueña - Victor 71650-1
  • Chinita - Victor 5066-2
  • Conformidad - Victor 5066-1
  • El reloj - Victor 23-7209-1
  • Florecita - Victor 71-650-1
  • Habana - Victor 68-1363-1
  • La flor de la canela - Victor 23-7391-1
  • Niebla - Victor 23-7209-2
  • No diga no - Victor 23-7310-1
  • Ofrenda - Victor 23-7310-2

Collegamenti esterni

  • Scheda su 0697391 dell'Internet Movie Database

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 01.09.2013 14:07:35

Questo articolo si basa sull'articolo Antonio Prieto dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.