Banca dati musicale

Musicista

Valeria Rossi

Valeria Rossi

nata il 7.3.1973 a Tripoli, Libia

Alias Mammastar

Links www.valeriarossi.it (Italiano)

Valeria Rossi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Nazionalità  Italia
Genere Pop
Periodo di attività
2001in attività
Etichetta BMG
Album pubblicati 2
Studio 2
Si invita a seguire lo schema del Progetto Musica

Valeria Rossi (Tripoli, 7 marzo 1969) è una cantautrice italiana.

Ha riscosso un grande successo nell'estate del 2001 con il tormentone Tre parole, brano noto anche fuori dai confini italiani. In seguito ha pubblicato due album, Ricordatevi dei fiori (2001) e Osservi l'aria (2004), e diversi altri singoli, che non hanno però bissato il successo della canzone d'esordio.

Biografia

Il successo di Tre parole e l'album Ricordatevi dei fiori

Nata a Tripoli ma cresciuta a Roma,[1] ha esordito discograficamente nell'estate del 2001 con il singolo Tre parole, canzone scritta da Liliana Richter, Francesco Cabras e la stessa Valeria Rossi. Il brano, scartato dalla partecipazione al Festival di Sanremo 2001 nella categoria "Giovani", è stato pubblicato a metà giugno riscuotendo un successo inaspettato da parte dell'etichetta discografica che l'ha prodotto, la BMG.[2] Del singolo sono state infatti vendute circa 10 000 copie nelle prime tre settimane di vendita,[2] raggiungendo la prima posizione della classifica italiana a fine luglio e rimanendovi per sette settimane consecutive, e restando in classifica da giugno a ottobre,[3] risultando il secondo più venduto in Italia nell'intero anno.[4]

La canzone è stata supportata anche da una forte promozione radiofonica ed è stata considerata il tormentone estivo di quell'anno; in particolare, è rimasto impresso nella mente delle persone il facile ritornello, "dammi tre parole, sole cuore amore", accompagnato da una melodia orecchiabile.[5] Con questa canzone la cantautrice ha inoltre partecipato al Festivalbar 2001, vincendo il premio rivelazione dell'anno, e ha riscosso successo anche in altri paesi europei, raggiungendo la seconda posizione nelle Fiandre e incidendo una versione in lingua spagnola, Tres palabras.[3]

Dopo il successo del singolo, il 19 ottobre dello stesso anno è stato pubblicato l'album della cantante, intitolato Ricordatevi dei fiori,[6] preceduto dal secondo singolo Tutto fa l'amore, che però non ha ottenuto il successo del precedente brano assestandosi al trentanovesimo posto della classifica italiana.[7] La promozione del disco, prodotto da Liliana Richter e Giulio Albamonte e scritto quasi interamente dalla cantautrice seppure con diverse collaborazioni, è proseguita con la pubblicazione di altri due singoli, Tutte le mattine e un remix della canzone Pensavo a te, pubblicato nell'estate del 2002.

Osservi l'aria, il secondo album

È tornata sulle scene musicali nell'estate 2003, quando ha partecipato per la seconda volta al Festivalbar, portando la canzone Luna di lana, scritta interamente da lei,[8] che ha però riscosso poco successo raggiungendo la posizione numero 33 della classifica dei singoli italiana.[9]

Il singolo ha anticipato la pubblicazione del secondo album della cantautrice, intitolato Osservi l'aria nei primi mesi del 2004 insieme al secondo singolo Ti dirò.[10] La pubblicazione del disco è stata supportata anche da un tour intitolato Con Tatto.[11] Il titolo dell'album, pubblicato come il precedente dall'etichetta discografica BMG, è un anagramma del nome della cantautrice, concepito dall'enigmista Alessandro Bartezzaghi.[10]

Attività di autrice

Dopo la pubblicazione di Osservi l'aria la cantante non ha più pubblicato altri album o singoli. Ha tuttavia proseguito la sua attività di autrice, scrivendo per Mietta la canzone Hai vent'anni inclusa nell'album 74100[12] e ha scritto il racconto Otto giorni, contenuto nel libro Suicidi falliti per motivi ridicoli pubblicato per la Coniglio editore nello stesso anno.[13]

Nel 2010 ha partecipato come autrice al Festival di Sanremo, avendo scritto il brano Dove non ci sono ore interpretato dalla quindicenne Jessica Brando. La canzone ha raggiunto la finale della categoria Nuova Generazione, vinta da Tony Maiello con il brano Il linguaggio della resa.[14]

Un altro suo brano, dal titolo Fare piano, è contenuto all'interno dell'album di Jessica Brando intitolato Dimmi cosa sogni, uscito nel luglio 2010 per la EMI Music.

Nell'agosto 2011 collabora con il cantautore piombinese Francesco Mignogna, in arte Il Migno, nel singolo Il tempo che non c'è.[15] Scrive poi, insieme a Diana Tejera, il brano Ma una vita no, inciso da Chiara Civello e inserito nel disco Al posto del mondo.

Nel 2011 Valeria Rossi ha cantato nel brano "Evolution" contenuto nel disco omonimo dell'artista spagnolo Antonio Romero Marquez. Il brano è stato prodotto da Bob Benozzo e Pietro Foresti. [16] [17]

Sempre nel 2011, Valeria Rossi ha scritto insieme al compositore di Andrea Bocelli, Pierpaolo Guerrini, un brano dal titolo "For a new Sun", interpretato dal quartetto di soprani Div4s e presente nel loro disco "Opera" [18]

Nel 2014 Valeria Rossi ritorna (sotto lo pseudonimo Mammastar) con "La canzone di Peppa" [19] ispirata a Peppa Pig, eroina di un cartone animato amato dai bambini. Il brano vede la partecipazione straordinaria di Mirko Fabbreschi, voce storica dei cartoni animati italiani e fondatore della band dei Raggi Fotonici.

Discografia

Album

  • 2001 - Ricordatevi dei fiori
  • 2004 - Osservi l'aria

Singoli

  • 2001 - Tre parole
  • 2001 - Tutto fa l'amore
  • 2002 - Tutte le mattine
  • 2002 - Pensavo a te
  • 2003 - Luna di lana
  • 2004 - Ti dirò

Collaborazioni

  • 2011 - Il tempo che non c'è - Il Migno feat. Valeria Rossi

Note

  1. Sandra Cesarale. "Canzoni da spiaggia, nella hit dei tormentoni estivi Noelia e la romana Valeria Rossi", Corriere della Sera, p. 43. URL consultato il 01-03-2010.
  2. 2,0 2,1 Daniela Monti. ""Sole, cuore, amore": ecco il tormentone dell'estate. La canzone di Valeria Rossi impazza nelle radio, il ritornello si sente ovunque. "Ed è nato per caso"", Corriere della Sera, p. 21. URL consultato il 01-03-2010.
  3. 3,0 3,1 Tre parole su italiancharts.com. URL consultato il 01-03-2010 .
  4. I singoli più venduti del 2001 in Italia. URL consultato il 01-03-2010 .
  5. Andrea Laffranchi. ""Sole cuore amore, ma io sono un orso"", Corriere della Sera, p. 31. URL consultato il 01-03-2010.
  6. "Valeria Rossi presenta il suo primo album. "Ricordatevi dei fiori"", rockol.it. URL consultato il 01-3-2010.
  7. Tutto fa l'amore su Hit Parade Italia. URL consultato il 01-03-2010 .
  8. Luna di lana su italiancharts.com. URL consultato il 01-03-2010 .
  9. Luna di lana su Hit Parade Italia. URL consultato il 01-03-2010 .
  10. 10,0 10,1 "Valeria Rossi: si intitola "Ti dirò" il nuovo singolo", rockol.it. URL consultato il 01-03-2010.
  11. "Valeria Rossi a "Live on Stage" si racconta e canta i nuovi brani", Corriere della Sera, p. 61. URL consultato il 01-03-2010.
  12. ""74100", il nuovo album di Mietta: ecco la tracklist", rockol.it. URL consultato il 01-03-2010.
  13. Notizia su valeriarossi.it. URL consultato il 01-03-2010 .
  14. Dove non ci sono ore su italiancharts.com. URL consultato il 01-03-2010 .
  15. . URL consultato il 13-10-2011 .
  16. Che fine ha fatto Valeria Rossi che cantava tre parole
  17. Home recording con Valeria Rossi: il racconto di Pietro Foresti
  18. Div4s-Opera
  19. Valeria Rossi e "La canzone di Peppa"

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 28.01.2014 04:15:57

Questo articolo si basa sull'articolo Valeria Rossi dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.