Julianne Moore

Julianne Moore

nata il 3.12.1960 a Fayetteville, NC, Stati Uniti d'America

Links www.imdb.com (Inglese)

Julianne Moore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Julianne Moore alla 66ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia (2009)

Julianne Moore (Fayetteville, 3 dicembre 1960) è un'attrice statunitense.

Biografia

Nata nella Carolina del Nord, figlia di Anne Love, assistente sociale psichiatrica, emigrata negli Stati Uniti dalla Scozia, e Peter Moore Smith, avvocato militare, giudice, pilota d'elicottero e Colonnello dell'esercito di discendenze albanesi. A causa del lavoro del padre, è cresciuta tra gli Stati Uniti e l'Europa, studiando alla Frankfurt American High School di Francoforte, in Germania, diplomandosi nel 1979, e laureandosi infine in Belle arti presso la Boston University.

Carriera

Nel 1983, all'età di 23 anni, si trasferisce a New York, dove lavora per qualche tempo come cameriera e appare in produzioni teatrali off-Broadway. Il successo ottenuto con la piéce Serious Money la mette in luce agli occhi di alcuni produttori televisivi, che la ingaggiano per interpretare un doppio ruolo nella soap opera Così gira il mondo, per cui vince un Emmy Award nel 1988. La scelta del suo nome d'arte è stata un po' complessa, infatti presso il Screen Actors Guild erano già registrate attrici con il nome di Julia Smith e Julie Moore, ed infine la scelta definitiva è caduta su Julianne Moore.

Inizia una lunga gavetta televisiva e cinematografica, con ruoli marginali in film come La mano sulla culla, Body of Evidence - Il corpo del reato e Benny & Joon. Inizia ad ottenere i primi riconoscimenti, venendo candidata all'Independent Spirit Awards 1994 come miglior attrice non protagonista per America oggi di Robert Altman, due anni più tardi viene nominata nuovamente al premio come miglior attrice protagonista per Safe di Todd Haynes, con cui inizia una proficua collaborazione che la porta ad apparire in quasi tutti i suoi film, diventando sua attrice feticcio. Grazie ai molti riconoscimenti ricevuti inizia ad ottenere parti in film di stampo hollywoodiano, come Nine Months - Imprevisti d'amore e il block buster Il mondo perduto - Jurassic Park; entrambi i film ottengono ottimi incassi al botteghino[1][2].

Nel 1998 ottiene la sua prima candidatura all'Oscar come miglior attrice non protagonista per Boogie Nights - L'altra Hollywood di Paul Thomas Anderson, due anni dopo viene nominata nuovamente all'Oscar come miglior attrice per Fine di una storia[3]. Recita quindi in La fortuna di Cookie, Un marito ideale e Magnolia, dove torna ad esser diretta da Anderson. Negli anni seguenti si alterna tra produzioni commerciali e film indipendenti, nel 2001 accetta di recitare in Hannibal, ereditando il ruolo dell'agente dell'FBI Clarice Starling che fu di Jodie Foster ne Il silenzio degli innocenti.

Nel 2003 ottiene una doppia candidatura all'Oscar, come miglior attrice per Lontano dal paradiso ancora sotto la regia di Haynes, per la cui interpretazione però riceve la Coppa Volpi al Festival di Venezia, e come non protagonista per The Hours, ma anche questa volta non le viene assegnata l'ambita statuetta. Risulta una delle poche attrici ad aver ottenuto la doppia candidatura e una delle tre che ha perso entrambe le nomination insieme a Sigourney Weaver nel 1989 e Cate Blanchett nel 2008.

Negli anni seguenti partecipa a svariate pellicole più o meno di successo come Il colore del crimine, The Forgotten, I figli degli uomini e Next. Nel 2007 è protagonista del controverso ed incestuoso film di Tom Kalin Savage Grace, nello stesso anno viene di nuovo diretta da Todd Haynes, che le riserva una piccola parte nel pluripremiato Io non sono qui.

Nel 2008 partecipa al film di Fernando Meirelles Blindness - Cecità, presentato al Festival di Cannes 2008 e al Toronto Film Festival, successivamente prende parte all'esordio alla regia dello stilista Tom Ford con A Single Man.

Nel 2010 recita con Annette Bening nella commedia I ragazzi stanno bene di Lisa Cholodenko. Sempre nel 2010 partecipa al famoso calendario Pirelli, l'edizione 2011 è firmata Karl Lagerfeld e ha come tema la mitologia, la Moore veste i panni di Era.[4] Nel 2011 ha recitato nel film Crazy, Stupid, Love. Nel 2012 la sua interpretazione di Sarah Palin nel pluripremiato film TV Game Change le regala un Premio Golden Globe, un Premio Emmy, un Critics' Choice Television Award ed uno Screen Actors Guild Award.

A settembre 2013 entra ufficialmente nel cast del terzo capitolo del film Hunger Games, tratto dal romanzo Il canto della rivolta, nei panni della Presidentessa Alma Coin[5], mentre nel mese di ottobre dello stesso anno riceve la stella numero 2507 sulla Hollywood Walk of Fame[6].

Vita privata

Dal 1986 al 1995 è stata sposata con l'attore e regista John Gould Rubin. Dal 2003 è sposata con il regista Bart Freundlich, di dieci anni più giovane, conosciuto nel 1996 sul set de I segreti del cuore. La coppia ha due figli, Caleb Freundlich (4 dicembre 1997) e Liv Freundlich (11 aprile 2002). Possiede la doppia cittadinanza: statunitense e britannica. È una sostenitrice del Partito Democratico statunitense.[7] Durante le elezioni presidenziali statunitensi del 2004 ha sostenuto John Kerry nella sua campagna presidenziale.

Dal 2002 è collaboratrice del ST Alliance, associazione che si prodiga nel creare consapevolezza nei confronti della sclerosi tuberosa.[8] Nello stesso anno, in un'intervista concessa alla trasmissione televisiva Inside the Actor's Studio si è dichiarata atea[9]. È sostenitrice dei diritti gay e favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso[10]. Ha infatti accettato spesso ruoli in film che trattano queste tematiche.

Filmografia

Cinema

  • I delitti del gatto nero (Tales from the Darkside: The Movie), regia di John Harrison (1990)
  • La pistola nella borsetta (The Gun in Betty Lou's Handbag), regia di Allan Moyle (1992)
  • La mano sulla culla (The Hand That Rocks the Cradle), regia di Curtis Hanson (1992)
  • Body of Evidence - Il corpo del reato (Body of Evidence), regia di Uli Edel (1993)
  • Benny & Joon (Benny & Joon), regia di Jeremiah Chechick (1993)
  • Il fuggitivo (The Fugitive), regia di Andrew Davis (1993)
  • America oggi (Short Cuts), regia di Robert Altman (1993)
  • Vanya sulla 42esima strada (Vanya on 42nd Street), regia di Louis Malle (1994)
  • Un adorabile testardo (Roommates), regia di Peter Yates (1995)
  • Safe, regia di Todd Haynes (1995)
  • Nine Months - Imprevisti d'amore (Nine Months), regia di Chris Columbus (1995)
  • Assassins, regia di Richard Donner (1995)
  • Surviving Picasso - Sopravvivere a Picasso (Surviving Picasso), regia di James Ivory (1996)
  • Jurassic Park II - Il mondo perduto (The Lost World ), regia di Steven Spielberg (1997)
  • I segreti del cuore (The Myth of Fingerprints), regia di Bart Freundlich (1997)
  • Boogie Nights - L'altra Hollywood (Boogie Nights), regia di Paul Thomas Anderson (1997)
  • Il grande Lebowski (The Big Lebowski), regia di Ethan Coen e Joel Coen (1998)
  • Hellcab - Un inferno di taxi (Chicago Cab), regia di Mary Cybulski e John Tintori (1998)
  • Psycho, regia di Gus Van Sant (1998)
  • La fortuna di Cookie (Cookie's Fortune), regia di Robert Altman (1999)
  • Un marito ideale (An Ideal Husband), regia di Oliver Parker (1999)
  • La mappa del mondo (A Map of the World), regia di Scott Elliott (1999)
  • Fine di una storia (The End of the Affair), regia di Neil Jordan (1999)
  • Magnolia, regia di Paul Thomas Anderson (1999)
  • The Ladies Man, regia di Reginald Hudlin (2000)
  • Hannibal, regia di Ridley Scott (2001)
  • Evolution, regia di Ivan Reitman (2001)
  • World Traveler, regia di Bart Freundlich (2001)
  • The Shipping News - Ombre dal profondo (The Shipping News) regia di Lasse Hallstrom (2001)
  • Lontano dal Paradiso (Far from Heaven), regia di Todd Haynes (2002)
  • The Hours, regia di Stephen Daldry (2002)
  • Marie e Bruce - Finché divorzio non vi separi (Marie and Bruce), regia di Tom Cairns (2004)
  • Laws of Attraction - Matrimonio in appello (Laws of Attraction), regia di Peter Howitt (2004)
  • The Forgotten (The Forgotten), regia di Joseph Ruben (2004)
  • Uomini & donne - Tutti dovrebbero venire... almeno una volta! (Trust the Man), regia di Bart Freundlich (2005)
  • The Prize Winner of Defiance, Ohio, regia di Jane Anderson (2005)
  • Il colore del crimine (Freedomland), regia di Joe Roth (2006)
  • I figli degli uomini (Children of Men), regia di Alfonso Cuarón (2006)
  • Next, regia di Lee Tamahori (2007)
  • Io non sono qui (I'm Not There), regia di Todd Haynes (2007)
  • Savage Grace, regia di Tom Kalin (2007)
  • Blindness - Cecità (Blindness), regia di Fernando Meirelles (2008)
  • Eagle Eye, regia di D.J. Caruso (2008) - Voce - Non accreditata
  • The Private Lives of Pippa Lee, regia di Rebecca Miller (2009)
  • Chloe - Tra seduzione e inganno (Chloe), regia di Atom Egoyan (2009)
  • A Single Man, regia di Tom Ford (2009)
  • Shelter - Identità paranormali (Shelter), regia di Måns Mårlind e Björn Stein (2010)
  • I ragazzi stanno bene (The Kids Are All Right), regia di Lisa Cholodenko (2010)
  • Elektra Luxx - Lezioni di sesso, regia di Sebastian Gutierrez (2010)
  • Crazy, Stupid, Love, regia di Glenn Ficarra e John Requa (2011)
  • Being Flynn, regia di Paul Weitz (2012)
  • What Maisie Knew, regia di Scott McGehee e David Siegel (2012)
  • The English Teacher, regia di Craig Zisk (2013)
  • Don Jon, regia di Joseph Gordon-Levitt (2013)
  • Lo sguardo di Satana - Carrie (Carrie), regia di Kimberly Peirce (2013)
  • Seventh Son, regia di Sergei Bodrov (2013)
  • Non-Stop, regia di Jaume Collet-Serra (2014)
  • Maps to the Stars, regia di David Cronenberg (2014)

Televisione

  • Così gira il mondo - serial TV, 19 puntate (1985-2010)
  • Un difficile addio (The Last to Go), regia di John Erman - film TV (1991)
  • Omicidi e incantesimi (Cast a Deadly Spell), regia di Martin Campbell - film TV (1991)
  • 30 Rock - serie TV, 5 episodi (2009-2010)
  • Game Change, regia di Jay Roach - film TV (2011)

Premi e candidature

Nel corso della sua carriera è stata nominata 4 volte agli Oscar, 8 ai Golden Globe, 3 ai BAFTA, 8 ai Satellite Award, 10 agli Screen Actors Guild Awards e 2 agli Emmy Awards.[11]

1980-1989

  • 1988 - Emmy Awards
    • Outstanding Younger Actress in a Drama Series per Così gira il mondo

1990-1999

  • 1993 - Golden Globes
    • Golden Globe Special Ensemble Award per America Oggi
  • 1993 - Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica
    • Coppa Volpi per America oggi
  • 1993 - Indipendent Spirit Award
    • Nomination miglior attrice non protagonista per America oggi
  • 1993 - Saturn Award
    • Nomination miglior attrice non protagonista per La mano sulla culla
  • 1995 - Chlotrudis Award
    • Nomination miglior attrice per Vanya sulla 42esima strada
  • 1995 - Boston Society of Film Critics Award
    • Nomination Miglior attrice per Vanya sulla 42esima strada
  • 1996 - Chlotrudis Award
    • Nomination miglior attrice per Safe
  • 1996 - Indipendent Spirit Award
    • Nomination miglior attrice per Safe
  • 1997 - Satellite Awards
    • Miglior attrice per Boogie Nights - L'altra Hollywood
  • 1997 - Screen Actors Guild Awards
    • Nomination Miglior attrice non protagonista per Boogie Nights - L'altra Hollywood
  • 1997 - Screen Actors Guild Awards
    • Nomination Miglior cast per Boogie Nights - L'altra Hollywood
  • 1998 - Blockbuster Award
    • Nomination attrice preferita per Il mondo perduto
  • 1998 - Chlotrudis Award
    • Nomination miglior attrice non protagonista per Boogie Nights
    • Nomination migliore attrice non protagonista per The Myth of Fingerprints
  • 1998 - Florida Film Critics Circle Award
    • Best Supporting Actress per Boogie Nights
    • Best Cast per Boogie Nights
  • 1998 - Online Film Critics Society Award
    • Nomination migliore attrice non protagonista per The Myth of Fingerprints
  • 1998 - National Society of Film Critics Award
    • Miglior attrice non protagonista per Boogie Nights
  • 1998 - Satellite Awards
    • Nomination Migliore attrice non protagonista per Il grande Lebowski
  • 1998 - Academy Awards
    • Nomination Oscar alla miglior attrice non protagonista per Boogie Nights - L'altra Hollywood
  • 1998 - Golden Globes
    • Nomination Golden Globe per la migliore attrice non protagonista per Boogie Nights - L'altra Hollywood
  • 1999 - Satellite Awards
    • Nomination Migliore attrice per Un marito ideale
  • 1999 - National Board of Review Award
    • Miglior attrice non protagonista per Magnolia
    • Miglior Cast per Magnolia
  • 1999 - Online Film Critics Society Award
    • Nomination miglior attrice non protagonista per Magnolia

2000-2009

  • 2000 - Blockbuster Award
    • Nomination attrice non protagonista preferita
  • 2000 - Screen Actors Guild Awards
    • Nomination Migliore attrice non protagonista per Magnolia
    • Nomination Miglior cast per Magnolia
  • 2000 - Florida Film Critics Circle Award
    • Miglior cast per Magnolia
  • 2000 - Academy Awards
    • Nomination Oscar alla miglior attrice per Fine di una storia
  • 2000 - British Academy Film Awards
    • Nomination BAFTA alla migliore attrice protagonista per Fine di una storia
  • 2000 - Chicago Film Critics Association Awards
    • Nomination migliore attrice per Un marito ideale
  • 2000 - Chicago Film Critics Association Awards
    • Nomination migliore attrice per Fine di una storia
  • 2000 - Chlotrudis Award
    • Nomination miglior attrice per Fine di una storia
  • 2000 - Dallas-Fort Worth Film Critics Association Awards
    • Best Supporting Actress Cookie's Fortune
  • 2000 - London Critics Circle Film Awards
    • Nomination miglior attrice per Fine di una storia
  • 2000 - Satellite Award
    • Nomination migliore attrice per Un marito ideale
  • 2000 - Screen Actors Guild Awards
    • Nomination Screen Actors Guild Award per la migliore attrice cinematografica per Fine di una storia
  • 2000 - Golden Globes
    • Nomination Miglior attrice per Un marito ideale
  • 2000 - Golden Globes
    • Nomination Miglior attrice per Fine di una storia
  • 2002 - Saturn Award
    • Nomination Saturn Award per la miglior attrice per Hannibal (film)
  • 2003 - Critics' Choice Movie Award
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Chicago Film Critics Association
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Chlotrudis Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Dallas-Fort Worth Film Critics Association Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Florida Film Critics Circle Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Independent Spirit Award
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Kansas City Film Critics Circle Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - London Critics Circle Film Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Los Angeles Film Critics Association
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso e The Hours
  • 2003 - National Board of Review of Motion Pictures
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Online Film Critics Society Award
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Phoenix Film Critics Society Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - San Diego Film Critics Society Award
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Seattle Film Critics Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Southeastern Film Critics Association Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Toronto Film Critics Association Awards
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Vancouver Film Critics Circle
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Washington D.C. Area Film Critics Association
    • Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Empire Awards
    • Nomination miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Academy Awards
    • Nomination Oscar alla miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica
    • Coppa Volpi per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Satellite Awards
    • Nomination Migliore attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Golden Globes
    • Nomination Miglior attrice per Lontano dal paradiso
  • 2003 - Academy Awards
    • Nomination Oscar alla miglior attrice non protagonista per The Hours
  • 2003 - British Academy Film Awards
    • Nomination BAFTA alla migliore attrice non protagonista per The Hours
  • 2003 - Festival internazionale del cinema di Berlino
    • Orso d'argento per la migliore attrice per The Hours
  • 2003 - Satellite Awards
    • Nomination Migliore attrice non protagonista per The Hours
  • 2003 - Screen Actors Guild Awards
    • Nomination Miglior attrice non protagonista per The Hours
    • Nomination Miglior cast per The Hours
    • Nomination Miglior attrice per Lontano dal Paradiso
  • 2003 - Chicago Film Critics Association
    • Nomination miglior attrice non protagonista per The Hours
  • 2003 - Las Vegas Film Critics Society
    • Nomination miglior attrice non protagonista per The Hours
  • 2003 - Phoenix Film Critics Society
    • Nomination miglior cast per The Hours
  • 2004 - GLAAD Media Awards
    • Excellence in Media Award
  • 2005 - Saturn Award
    • Nomination miglior attrice per The Forgotten
  • 2005 - Satellite Awards
    • Nomination Migliore attrice per The Prize Winner of Defiance, Ohio
  • 2008 - Independent Spirit Awards
    • Robert Altman Award per Io non sono qui
  • 2009 - Saturn Award
    • Nomination miglior attrice per Blindness - Cecità
  • 2009 - Vancouver Film Critics Circle
    • Nomination miglior attrice per Blindness - Cecità

2010-presente

  • 2010 - Hollywood Film Festival
    • Miglior attrice per A Single Man
  • 2010 - Chicago Film Critics Association
    • Nomination miglior attrice per A Single Man
  • 2010 - Chlotrudis Awards
    • Nomination miglior attrice per A Single Man
  • 2010 - Critics' Choice Movie Award
    • Nomination miglior attrice per A Single Man
  • 2010 - Golden Globes
    • Nomination Miglior attrice non protagonista per A Single Man
  • 2010 - Washington D.C. Area Film Critics Association
    • Nomination miglior attrice per A Single Man
  • 2011 - Chlotrudis Awards
    • Miglior attrice per I ragazzi stanno bene
  • 2010 - Satellite Awards
    • Nomination Migliore attrice per I ragazzi stanno bene
  • 2010 - Screen Actors Guild Awards
    • Nomination Miglior cast per I ragazzi stanno bene
  • 2011 - Comedy Film Award
    • Miglior attrice per I ragazzi stanno bene
  • 2011 - Houston Film Critics Society Awards
    • Nomination miglior attrice per I ragazzi stanno bene
  • 2011 - Gotham Awards
    • Nomination miglior attrice per I ragazzi stanno bene
  • 2011 - Phoenix Film Critics Society
    • Nomination miglior attrice per I ragazzi stanno bene
  • 2011 - Golden Globes
    • Nomination Miglior attrice per I ragazzi stanno bene
  • 2011 - British Academy Film Awards
    • Nomination BAFTA alla migliore attrice protagonista per I ragazzi stanno bene
  • 2012 - Critics' Choice Television Award
    • Miglior attrice per Game Change
  • 2012 - Detroit Film Critics Society
    • Nomination miglior cast per Crazy, Stupid, Love
  • 2012 - Emmy Awards
    • Miglior attrice protagonista in una miniserie o film Game Change
  • 2013 - Golden Globes
    • Miglior attrice Game Change
  • 2013 - Screen Actors Guild Awards
    • Miglior attrice in una mini-serie Game Change

Doppiatrici italiane

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Julianne Moore è stata doppiata da:

  • Franca D'Amato ne La fortuna di Cookie, The Shipping News - Ombre dal profondo, The Hours, Lontano dal paradiso, Io non sono qui, Uomini & donne - Tutti dovrebbero venire... almeno una volta!, A Single Man, I ragazzi stanno bene, Shelter - Identità paranormali, The English Teacher
  • Roberta Greganti in Psycho, Un marito ideale, Magnolia, Next, Blindness - Cecità, Crazy, Stupid, Love, Game Change, Lo sguardo di Satana - Carrie
  • Cristina Boraschi in Evolution, Fine di una storia, Boogie Nights - L'altra Hollywood, Surviving Picasso, The Forgotten, Il colore del crimine, Chloe - Tra seduzione e inganno, Being Flynn
  • Pinella Dragani in Benny & Joon, Il mondo perduto - Jurassic Park, I figli degli uomini
  • Paola Valentini ne La pistola nella borsetta
  • Elisa Galletta in Il grande Lebowski
  • Francesca Fiorentini ne La mappa del mondo
  • Stefanella Marrama in Hannibal
  • Eleonora De Angelis in Il fuggitivo, Assassins, Un adorabile testardo
  • Alessandra Korompay in Nine Months - Imprevisti d'amore
  • Barbara Berengo Gardin ne I segreti del cuore
  • Loredana Nicosia in America oggi
  • Ludovica Modugno ne La mano sulla culla
  • Roberta Pellini in Savage Grace, 30 Rock, Don Jon
  • Rossella Izzo in Vanya sulla 42esima strada, Matrimonio in appello
  • Anna Cesareni in Body of Evidence
  • Dania Cericola in Omicidi e incantesimi

Da doppiatrice è sostituita da:

  • Cristiana Lionello in Eagle Eye

Note

  1. Nine Months (1995)
  2. The Lost World Jurassic Park
  3. Gli attori che non hanno vinto lOscar, Squer.it
  4. Un dio per ogni occasione. Corriere della Sera. URL consultato il 30 novembre 2010 .
  5. Hunger Games: Il canto della rivolta - Julianne Moore sarà Alma Coin - è ufficiale
  6. Julianne Moore ha una stella sulla Walk of Fame 4 ottobre 2013
  7. Julianne Moore's Federal Campaign Contribution Report. newsmeat.com. URL consultato il 7 marzo 2010 .
  8. PSAs and Videos. TS Alliance. URL consultato il 7 marzo 2010 .
  9. Photos: Famous atheists and their beliefs, CNN, 25 maggio 2013
  10. julianne moore supports gay-marriage
  11. Awards for Julianne Moore. imdb.org. URL consultato il 24 settembre 2012 .

Altri progetti

Collegamenti esterni

  • Scheda su 0000194 dell'Internet Movie Database
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 15.04.2014 21:11:53

Questo articolo si basa sull'articolo Julianne Moore dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.