Martha Davis

Links themotels.com (Inglese)

The Motels

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

The Motels è un gruppo musicale statunitense attivo dagli anni ottanta. Il gruppo, esponente della corrente musicale new wave, ha avuto successo anche in Francia, in Australia e in Giappone. Martha Davis, leader, compositrice e voce femminile, dopo lo scioglimento della formazione originaria, ha lavorato come solista e alla fine degli anni novanta ha creato una nuova formazione conosciuta come The Motels featuring Martha Davis, attiva ancora oggi dopo varie sostituzioni.

Storia

Gli esordi

Martha Davis, chitarrista precoce, forma il primo nucleo del gruppo nel 1971 a Berkeley (California), sua città natale. Dopo vari cambi di nome e varie sostituzioni nella formazione, The Motels si spostano a Los Angeles in cerca di un contratto discografico e si esibiscono in vari club della zona, ottenendo un discreto successo di pubblico. Nel 1979 riescono a farsi ingaggiare dalla Capitol, che già una volta in passato aveva respinto i loro demo, e viene pubblicato il primo album The Motels (1979). Il primo singolo estratto, Closets and Bullets, passa quasi inosservato, ma il successivo Total Control diventa un successo soprattutto in Francia e in Australia, dove entra nella classifica dei primi 10 più venduti.

La formazione dell'esordio discografico vede Martha Davis alla voce solista e alla chitarra, Jeff Jourard (ex componente dei Tom Petty and the Heartbreakers) alla chitarra solista, Marty Jourard (fratello di Jeff) alle tastiere e al sassofono, Michael Goodroe al basso e Brian Glascock alla batteria.

Il successo

L'anno successivo Jeff Jourard viene sostituito da Tim McGovern, compagno della Davis, e la band rientra in sala di registrazione per realizzare il secondo album Careful. Pubblicato nel giugno 1980, l'album raggiunge il 45º posto della classifica USA, ma i diversi singoli estratti andranno al top delle vendite in vari paesi europei e in Australia. Il disco viene promosso anche in Italia con apparizioni televisive (Discoring e altre trasmissioni) e un unico concerto tenutosi a Roma il 19 dicembre 1980.

Il gruppo chiede al produttore Val Garay di realizzare il successivo Apocalypso. La pubblicazione, prevista per la fine del 1981, viene rinviata quando la Capitol Records, ascoltato il materiale registrato, lo respinge in quanto "troppo poco commerciale". L'intero album deve essere rifatto, ma al rientro in sala d'incisione, la relazione tra la Davis e McGovern si interrompe e molti interventi di chitarra solista devono essere registrati con musicisti di studio. Nel gennaio 1982 si aggrega alla band il chitarrista Adrian Peritore (il cui nome era stato abbreviato in Guy Perry da un precedente produttore dopo un errore di trascrizione sulla copertina di un disco) e l'album, finalmente completato, prende il titolo definitivo All four one ed esce nell'aprile 1982.

Val Garay, oltre che produttore, diviene anche manager dei Motels e tiene sotto stretto controllo tutte le attività artistiche del gruppo (dischi, video, spettacoli dal vivo). Il successivo album Little Robbers esce nell'autunno 1983 e il primo singolo Suddenly Last Summer entra nella Top 10 degli Stati Uniti mentre l'album guadagna il disco d'oro in USA, Canada e altri paesi.

Nel febbraio 1984 il gruppo si separa da Garay per divergenze personali e la band, oltre a portare avanti un tour promozionale che toccherà anche Giappone e Hawaii, realizza due brani (Long Day e In the Jungle) che verranno inclusi rispettivamente nelle colonne sonore di Mosca a New York e di Teachers. Alla fine dello stesso anno la Capitol affianca al gruppo il produttore Richie Zito e ha inizio la registrazione del sesto album, Shock, che sarà pubblicato molti mesi più tardi dopo i ritocchi finali realizzati presso lo studio ad alta tecnologia sonora che Giorgio Moroder aveva costruito nella San Fernando Valley. Dal disco vengono estratti tre singoli, Shame Shock e Icy Red.

Il settimo album non vedrà mai la luce: Martha Davis incontra uno per uno i componenti del gruppo nel febbraio 1986 e comunica loro la sua decisione di tentare la carriera solista.

La carriera solista di Martha Davis

Nell'ottobre 1987, sempre su etichetta Capitol esce Policy, primo album solista della Davis, che pur ricevendo attenzioni da parte della critica, viene giudicato troppo "leggero" e di scarsa atmosfera. La Davis decide di scindere il contratto con la Capitol e comincia a sperimentare nuove forme musicali esibendosi in varie località della California con concerti a sorpresa in cui esegue nuove sue composizioni.

Dopo un periodo di crisi in cui sembra volersi allontanare definitivamente dalle scene, nel 1997 Martha Davis forma un nuovo gruppo come The Motels featuring Martha Davis e inizia una serie di fortunati tour in giro per gli Stati Uniti e Australia, in cui si esibisce con materiale completamente inedito senza dare spazio a revival nostalgici e a riedizioni di brani già nel repertorio dei vecchi Motels.

Nel 2005 realizza So the Story Goes, un CD sotto etichetta indipendente che ottiene un lusinghiero successo di vendite, seguito da Standing Room Only, album dal vivo che viene prodotto questa volta dalla Sony Records.

Formazione

Discografia

Album

  • Motels (1979)
  • Careful (1980)
  • Apocalypso (1981) inedito
  • All Four One (1982)
  • Little Robbers (1983)
  • Shock (1985)
  • Policy (1987) (come Martha Davis)
  • No Reservations - The Best of The Motels (1988)
  • No Vacancy (1991)
  • All Four One - Expanded (1999)
  • Anthologyland (2001)
  • Classic Masters (2002)
  • The Best Of The Motels (2003)
  • So the Story Goes (2004) (Come Martha Davis)
  • The Motels Essential Collection (2005)
  • Standing Room Only (2007)
  • Clean Modern and Reasonable (2007)

Singoli

  • "Closets and Bullets" (1979)
  • "Total Control" (1979)
  • "Anticipating" (1980)
  • "Danger" (1980)
  • "Whose Problem?" (1980)
  • "Days Are OK" (1981)
  • "Mission of Mercy" (1982)
  • "Only The Lonely" (1982)
  • "Take The L" (1982)
  • "Forever Mine" (1982)
  • "Art Fails" (1983)
  • "Suddenly Last Summer" (1983)
  • "Little Robbers" (1983)
  • "Footsteps" (1984)
  • "In the Jungle" (1984)
  • "Shame" (1985)
  • "Shock" (1985)
  • "Icy Red" (1986)
  • "Love and Affection" (1986) (Martha Davis and Sly Stone)
  • "We've Never Danced" (1987)
  • "Don't Tell Me the Time" (1987)
  • "Tell It to the Moon" (1988)
  • "Just Like You" (1988)
  • "Don't Ask Out Loud" (1988)
  • "What Money Might Buy" (1988)

Altri progetti

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 25.10.2018 22:57:56

Questo articolo si basa sull'articolo The Motels dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.